Dolci

 

 

Denominazione

Caratteristiche

Regione
Panettone Dolce di antica origine lombarda, fatto di pasta morbida fragrante e soffice, con utilizzo di lievito naturale e raffreddato dopo la cottura naturalmente, senza ausilio di ventilazioni o simili. La lavorazione deve essere di 40 ore. Ingredienti base sono uva sultanina e canditi. Prima del consumo, è bene tenerlo per 1-2 ore in un ambiente caldo vicino ad una fonte di calore: in questo modo, riacquisterà fragranza. Il peso medio si aggira mediamente tra il mezzo chilo ed il chilo. Come valori medi nutrizionali, 1 etto di panettone fornisce 350 kcal, 6 g di proteine, 50 g di carboidrati, 15 g di grassi.

Lombardia

Panpepato Di antica origine contadina umbra, si prepara soprattutto a Natale ed a Pasqua. Si tratta di un dolce di grande consistenza e dal sapore molto particolare, dovuto alla presenza di un po' di pepe come ingrediente. Viene fatto con un impasto di farina 00 e mosto cotto, arricchito di cioccolato fondente, nocciole sgusciate, pepe nero e poca uvetta passita. Altri ingredienti sono: noci, mandorle sgusciate, pinoli, noce moscata. Meno tradizionali sono le aggiunte di cubetti di arancio e cedro per aromatizzare il panetto finale, miele, caffè e vaniglia (che ne alterano sensibilmente il sapore). Il tutto viene cotto al forno fino ad ottenere un piccolo pane croccante (vedi dettagli della RICETTA originale).

Umbria

Panpolenta Di origine contadina umbra, si prepara tutto l'anno a base di farina di granturco. Si tratta di un dolce morbido dall'alto contenuto calorico e dal sapore particolare. Viene fatto con un impasto di farina di granturco e grano, arricchito di burro, zucchero e vaniglia. Si cuoce in forno fino ad ottenere un panetto giallo brunito, che rimane di consistenza morbida. Esiste una variante al cioccolato.
Un' altra variante (zona di Amelia) prevede nella ricetta farina di mais, farina di frumento, mandorle macinate, gocce di rhum, uova, burro.

Umbria

Ricciarelli Pasticcini alla mandorla, ricoperti da finissimo strato di zucchero. Fin dal '300 dolcetti della forma e del sapore degli attuali ricciarelli erano diffusi col nome di "marzipanetti all'usanza senese". L'impiego delle mandorle fa' pensare ad origini medioevali orientali.

Toscana